Prima Divisione: Bussolengo-Hellas 2000

Ott 29, 2022

Battesimo di fuoco per l’Hellas 2000, al debutto in Prima Divisione, contro una squadra ostica come il Bussolengo, i cui atleti sono soprannominati non a caso “i tori”. C’è grande entusiasmo nei giocatori per l’inizio della stagione, e al contempo quell’ansia da prestazione che si prova quando si vuole far bene, sapendo che si può fare bene.

Tutti convocati, ma due indisponibili, Gecchele e Bissoli. La prima squadra titolare è composta da Lucchi in cabina di regia; Biondani e Pimazzoni schiacciatori; Contò e Bonfante centrali; Prosdocimi opposto e Ambrosi libero. A disposizione: Lovato, Kushan, Vihaga, Bussola, Massella e per la prima volta in panchina il libero Guarnieri.

Inizia il primo set. L’Hellas 2000 deve fare i conti con una squadra dotata di grande esperienza, e tradita dall’agitazione fa molta fatica ad entrare in partita, tant’è che si trova subito sotto di 5 punti. Poi pian piano si inizia ad ingranare. A metà set Mister Cesare Roncari sostituisce Ambrosi con Guarnieri, al suo esordio con la maglia dell’Hellas, e poco più tardi Lucchi con Lovato, che si farà protagonista della partita. Purtroppo il primo set lo vince il Bussolengo, ma l’Hellas 2000 in crescendo sul finale, ha dimostrato di avere la stoffa per potersela giocare.

Il secondo set sembra tutta un’altra storia. Lovato, Kushan, Contò, Prosdocimi, Pimazzoni, Bonfante e Guarnieri, i sette scesi in campo. Fantastica prestazione della squadra, che si impone con prepotenza sui padroni di casa, con un punteggio di 25 a 15. 1 a 1 il punteggio che conta, quello dei set

Per il terzo set il Mister conferma la medesima formazione del secondo. Gioca molto bene la squadra, copre bene il campo e gestisce alla grande i palloni. Seppur concedendo qualcosa di più agli avversari, si conclude anche il terzo set a nostro favore, 25 a 21.

Quarto, e potenzialmente ultimo set. Inizia male l’Hellas, che si ritrova sotto nel punteggio. L’allenatore prova a dare fiato a Lovato sostituendolo con Lucchi, che una decina di punti dopo gli restituisce il posto. Comunque l’Hellas riesce ad accorciare, ma poi non tiene il ritmo e perde di nuovo il controllo della partita. Prova a metà set Roncari a raddrizzarla, schierando Vihaga per Prosdocimi, ma non c’è nulla da fare. Termina 25 a 17 per i padroni di casa, si va al tie break.

Questo è il momento in cui si vede il carattere di una squadra: serve grinta e concentrazione, per portare a casa quei due punti che l’Hellas 2000 tanto merita. Per il quinto set cambia ancora qualcosa nella formazione dell’Hellas 2000: Biondani rientra da schiacciatore, mentre Kushan veste il ruolo di opposto. Si gioca punto su punto, l’Hellas va in vantaggio, ma poi subisce il break degli avversari ritrovandosi ad inseguire. È un set al cardiopalma, e siamo sul punteggio di 14 a 11 per i padroni di casa, tre match point per loro, quando segna l’Hellas 2000 il dodicesimo punto, e Bonfante va al servizio. Rimonta l’Hellas, che poi mette la freccia e sorpassa, poi sentenzia 16 a 14 l’ultimo set. Finisce in estasi la partita dell’Hellas 2000, che non poteva inaugurare al meglio la propria stagione in Prima Divisione.

Non possiamo non fare una menzione d’onore, alla coppia Lovato-Contò, gli MVP della giornata. Singolarmente hanno sfornato una delle loro migliori prestazioni. Il palleggiatore classe 1998, Lorenzo Lovato ha dichiarato: “Sono davvero molto contento di aver giocato una buona partita e di averne la conferma dei miei compagni. Una vittoria che serviva per risollevare il morale e che ci unisce ancora di più: ora sappiamo di cosa siamo capaci. Di per sé la partita è stata molto movimentata, siamo entrati in campo con la consapevolezza che da perdere non c’era nulla e quindi abbiamo giocato sereni, riuscendo a tenere testa ad una squadra con molta più esperienza. In generale tutto ha girato, la ricezione è andata bene e questo ha permesso un gioco fluido e dinamico. Grazie anche a muri e difese siamo riusciti a portarcela a casa. La mia prestazione? È difficile da commentare. Credo di aver distribuito bene i palloni cercando di non rendere il gioco scontato, ho cercato di dare molto ritmo ed è servito a non perdere la concentrazione. Ringrazio i miei compagni per la grande partita, speriamo di continuare così. Ora testa alla prossima.”.

Ha poi parlato il centrale e capitano Mirco Contò: “Non male per uno che si è allenato da palleggiatore ( ride, ndr ). A parte gli scherzi, sono molto contento della mia prestazione, e soprattutto sono contento che sia stata utile alla squadra per conquistare questa vittoria importante. Possiamo festeggiare, sapendo però che il campionato è ancora molto lungo e il nostro percorso non sarà affatto facile. Abbiamo un bellissimo gruppo che può togliersi molte soddisfazioni quest’anno. Tutti, chi ha giocato di più e chi meno, anche chi non ha giocato, oggi è stato fondamentale per questa vittoria, che è di tutta la squadra. Ringrazio i miei compagni e anche i tifosi, che oggi ci hanno sostenuto parecchio. Ora pensiamo già alla prossima gara.”.

Un’ultima menzione va fatta per Samuele Guarnieri, libero classe 2004 che in questa partita ha debuttato coi colori biancoblù dell’Hellas 2000. “Innanzitutto ringrazio il mister, la società e i compagni per l’opportunità ricevuta” ha detto Guarnieri, continuando poi “È stato un inizio tosto contro una squadra ostica, ma la vittoria è stata di squadra e i presupposti per fare bene ci sono tutti. Personalmente tornare a giocare ha significato molto, soprattutto in una partita divertente che mi ha messo alla prova. Ora si guarda avanti alle prossime partite con grinta e determinazione.”.