La pallavolo e i suoi 5 fondamentali

Nov 5, 2022

La pallavolo è un bellissimo sport di squadra caratterizzato da schemi precisi che solitamente si ripetono. Tuttavia è sempre presente un elevato margine di imprevedibilità che necessita di agilità, velocità e abilità del singolo. Inoltre, eseguendo con la giusta tecnica i vari movimenti fondamentali, i giocatori e le giocatrici potranno mostrare al massimo le proprie potenzialità.

In questo articolo andremo a spiegare questi movimenti al meglio senza tralasciare alcun dettaglio.

La pallavolo e i suoi 5 fondamentali

Introduzione ai fondamentali della pallavolo

Come già accennato la pallavolo è uno sport di squadra caratterizzato da azioni brevi e schemi prestabiliti che, però, non sono sempre prevedibili. Dunque, la prontezza dei riflessi, l’abilità di prevedere l’andamento del gioco, la concentrazione e la velocità sono necessarie.

Le abilità del singolo giocatore si applicano attraverso i movimenti fondamentali. Questi devono essere eseguiti al meglio per evitare imprecisioni durante la partita.

I fondamentali riguardano sia la difesa sia l’attacco poiché la pallavolo prevede che ogni giocatore riesca ad assumere ogni ruolo durante la partita.

I movimenti fondamentali sono cinque: battuta, bagher, schiacciata, palleggio e muro.

Il primo fondamentale: la battuta

La battuta è il primo fondamentale di attacco da imparare poiché è il movimento che apre ogni set e deve dunque essere eseguito al meglio.

Come si esegue la battuta? Il giocatore si trova a fondocampo e al momento del fischio dell’arbitro deve colpire la palla con la mano utilizzando la forza di tutto il corpo con l’obiettivo di farla cadere nel campo avversario superando la rete.

Nella pallavolo possiamo trovare due tipi differenti di battute che distinguiamo in battuta dal basso e in battuta dall’alto.

La prima, ossia la più comune soprattutto nei pallavolisti principianti, prevede che il giocatore colpisca la palla nella parte posteriore con la mano aperta o chiusa a semi-pugno. Questo movimento non richiede particolare forza ma deve essere eseguito con una buona tecnica. Essendo la battuta dal basso, la più semplice da imparare ed applicare viene insegnata per prima ma dal punto di vista tattico è meno pericolosa per gli avversari.

La battuta dall’alto è un movimento particolarmente complesso che imprime velocità e forza sulla palla rendendola più difficile da difendere per gli avversari.

L’esecuzione di questo movimento può essere effettuato sia da fermi sia in salto e l’obiettivo è colpire la palla precedentemente lanciata in alto con la mano tesa.

Il secondo fondamentale: il bagher

Il bagher è il secondo fondamentale che solitamente viene illustrato e ha lo scopo difesa. Questo movimento viene svolto per prendere le palle basse e per difendere l’attacco o il servizio degli avversari.

Il bagher è un fondamentale che utilizza sia la forza della parte anteriore sia la forza della parte posteriore del corpo. Infatti, è necessario inclinare poco il busto in avanti e in seguito piegare le gambe che poi contribuiranno alla spinta complessiva.

Nella parte anteriore è previsto estendere le braccia e unire le mani a cucchiaino con i pollici in superficie. Successivamente, la palla dovrà essere colpita tramite gli avambracci all’altezza dell’anca.

Se si desidera praticare e migliorare il bagher consigliamo di posizionarsi davanti ad un muro libero e provare a lanciare il pallone a diverse altezze.

Il terzo fondamentale: il palleggio  

Il palleggio è un movimento che viene eseguito sia per difendere sia per attaccare le palle più alte. Per eseguire correttamente il palleggio, è previsto che il giocatore si posizioni in modo frontale dal punto di arrivo del pallone per poi estendere e portare in alto le braccia che dovranno ricevere la palla.

È molto importante piegare le gambe poiché contribuiranno alla spinta nella parte anteriore del corpo. Le mani invece devono ricordare la forma di una scodella in modo che la palla venga accolta fra esse e rispinta immediatamente dopo.

In seguito il pallavolista deve flettere gambe e gomiti con lo scopo di spingere delicatamente la palla nella direzione desiderata.

Se si desidera esercitarsi consigliamo anche in questo caso di posizionarsi di fronte ad un muro e successivamente provare il palleggio con un compagno.

Il quarto fondamentale: la schiacciata

La schiacciata è il fondamentale di attacco per eccellenza. L’esecuzione del movimento prevede che il giocatore si trovi in elevazione così da poter colpire con forza la palla in direzione del campo avversario.

Questo fondamentale richiede una tecnica precisa poiché è molto complesso sincronizzare il movimento del corpo, la rincorsa e colpire la palla quando questa è ancora alta. L’esecuzione della schiacciata inizia dal salto in alto che deve compiere il giocatore aiutandosi con le braccia prima indietro poi sopra la testa.

Durante l’elevazione le braccia del pallavolista saranno alte. In seguito il giocatore deve spostare un braccio indietro, inarcare il busto ed infine colpire in modo deciso la palla con il palmo della mano dell’altro braccio. Nel momento in cui il palmo tocca la parte superiore della palla, si scaricherà la forza concentrata nella mano su di essa.

Se si desidera imparare è importante eseguire diverse ripetizioni del movimento senza il salto per poi aggiungerlo successivamente. Con un po’ di pazienza e di pratica si sarà grado di fare delle ottime schiacciate.

Il quinto fondamentale: il muro

Il muro è un fondamentale praticato esclusivamente per difendere. Quasi sempre il muro viene utilizzato per parare la schiacciata degli avversari. Anche questo movimento è piuttosto complesso poiché richiede attenzione, concentrazione, velocità, forza e una grande prontezza di riflessi.

Per eseguire questo fondamentale il giocatore deve trovarsi vicino alla rete. Il pallavolista deve favorire il movimento caricando le gambe, piegando leggermente avanti il busto e posizionando gli avambracci paralleli alla rete. Il movimento vero e proprio inizia quando il giocatore salta verso l’alto ed estende le braccia con lo scopo  di parare il pallone.

A seguito dell’esecuzione del muro l’atleta deve rimanere concentrato perché la squadra avversaria potrebbe riuscire a difendere la palla e dunque passarla rapidamente in campo. Per riuscire ad eseguire un buon muro consigliamo di prendere una rincorsa dal fondo campo per poi saltare in alto di fronte alla rete. Solo con tanta pratica si riuscirà a maneggiare questo fondamentale.

La pallavolo e i suoi 5 fondamentali

Come vengono eseguiti i fondamentali durante la partita

Prima di concludere l’articolo proponiamo una breve descrizione di una tipica partita di pallavolo evidenziando in quali situazioni utilizzare i cinque fondamentali appena illustrati.

La partita viene sempre aperta dalla battuta dal basso o dall’alto in base alle conoscenze del movimento del giocatore. La battuta viene solitamente ricevuta dal bagher che risolleva la palla e la tiene in gioco passandola ai compagni.

La schiacciata viene utilizzata per attaccare e la squadra avversaria mette in atto il muro per difendere. A questo punto se il muro non è sufficiente e la palla cade, il turno è vinto dalla squadra avversaria se invece la palla non cade, il turno riprende con altre azioni di attacco e difesa.

Consigli finali

In questo articolo abbiamo descritto come si eseguono i cinque fondamentali della pallavolo. Tuttavia, la teoria non è ovviamente sufficiente per saper giocare concretamente a questo sport. E’ necessaria tantissima pratica ed altrettanta pazienza.

Ricorda che i fondamentali sono movimenti complessi che richiedono la giusta tecnica. Con un insegnante al proprio fianco è sicuramente possibile affinare tale tecnica e correggere eventuali errori.

Vieni a giocare con noiHellas 2000 la squadra di pallavolo a Verona ti aspetta in campo. Dalla serie D, ai giovanili, dalla seconda divisione fino alla scuola di pallavolo dai 6 ai 10 anni.

Hellas 2000 promuove sul territorio di Verona l’attività giovanile per permettere ai bambini di conoscere il mondo della pallavolo. Affianchiamo i piccoli giocatori, famiglie e scuole nella crescita e nella scoperta dei principi e dei valori del gioco di squadra, delle regole sportive e del rispetto dei compagni.

Scopri i nostri corsi sul sito e iscriviti, scendi in campo con Hellas 2000!