Prima Divisione: Hellas 2000-Dual Volley

Dic 24, 2022

L’ottava giornata di campionato, ultima gara dell’anno solare 2022 per l’Hellas 2000, ha visto la nostra squadra ospitare in casa il Dual Volley, nella partita tra le due squadre più giovani del campionato di Prima Divisione Maschile. Vincere era obbligatorio, come ha dichiarato il Mister Zanetti, che per il primo set ha scelto di schierare Lovato, Morelato, Contò, Gecchele, Pimazzoni, Bussola e Bissoli. A disposizione: Prosdocimi, Dossi, Ambrosi, Lucchi, Bonfante e Biondani.

Ottimo inizio di gara per l’Hellas 2000 che impone dal principio la propria superiorità, calando un po’ sul finale, ma portando a casa il primo set con il punteggio di 25 a 21.

Per il secondo set viene riconfermata la formazione iniziale, e come questa non  cambia, nemmeno l’andamento della partita subisce cambiamenti. Qualche sbavatura qua e là per l’Hellas, ma che poi vince anche il secondo set per 25 a 22, con l’ombra di una rimonta sul finale.

Il terzo set il Mister Zanetti sostituisce Matteo Morelato con Zeno Dossi. L’inizio non è dei migliori, cala molto l’Hellas 2000 che si trova subito a dover inseguire, trovandosi sotto per il punteggio di 9 a 6. Con qualche cambio l’allenatore la raddrizza: entrano prima Lucchi per Lovato e poi Ambrosi per Pimazzoni. L’Hellas si avvicina, apre il DRS e poi supera. Finisce 25 a 22 anche il terzo e ultimo set. 3 a 0 il punteggio che conta.

È una vittoria importantissima, sia in termini di classifica che di morale. L’Hellas non vinceva da tre gare consecutive, ma con questa partita torna a respirare, chiudendo il 2022 con un bilancio piuttosto positivo. Ora qualche giorno di riposo, poi subito in campo ad allenarsi, per preparare la prossima partita contro il Legnago.

Non possiamo non spendere due parole sul ritorno di Matteo Morelato in Hellas 2000 e sul debutto di Zeno Dossi, il terzo della famiglia Dossi a vestire questa maglia. È stato proprio Dossi a parlare in merito alla partita: “È stata una bella partita, abbiamo giocato discretamente.  Buone le battute perché ne abbiamo messe tante in campo e anche tese. Abbastanza bene in difesa e anche in ricezione non male. Forse a muro potevamo fare un pochino meglio. Tutto sommato è andata bene. La mia prestazione? Diciamo né bene né male, normale. Qualche buon attacco, qualche buona ricezione, ma come anche qualche errore. Discreto direi. Un po’ di emozione c’era dopo tanto tempo che non giocavo una partita ufficiale, poi giocando  mi sono sciolto. È andato tutto in meglio, ogni punto che passava.”.